Image Alt

Mood 1905

Che Mood è?

Ogni Mood è un excursus tra food, design, cultura e musica, tutto questo unito da un unico filo conduttore, un tema, un’atmosfera. Un viaggio di conoscenza, un’esperienza sensoriale, il gusto in primis.

Correva l’anno 1905 e il mondo cominciò a vivere all’ombra della suggestione che lo accompagnerà per tutto il XX secolo ovvero la contrapposizione ideologica e materiale tra Occidente ed Oriente: L’Europa era nel pieno della Belle Époque, erano gli anni del trionfo di una società borghese dinamica, ricca intraprendente, sicura di se stessa e della propria possibilità di progresso grazie all’incessante innovazione scientifico-tecnologica, l’Oriente vedeva i primi frutti del socialismo sovietico venire alla luce, la Russia dello Zar Nicola cannoneggiava contro i soldati dell’Imperatore Meiji al di là degli Urali. Gli uomini però, come il tempo non si fermano tra le parentesi geografiche della storia e mentre Billy Murray incideva “Yankee Doodle Boy” ed il rag-time animava le notti di amanti improvvisati nei bordelli, il 1905 prendeva velocità verso il futuro come una biglia su un piano inclinato in forte pendenza puntando al cielo, superando i confini dell’immaginazione, della musica, della scienza e del tempo.

(DESIGN) e arti visive

Poiché del bello l’uomo non è mai sazio, il 1905 vede un fermento nel mondo dell’arte: a Venezia si inaugura la “VI Esposizione Internazionale d’Arte della Città di Venezia”,  Parigi vedeva la luce il “Salon des Indépendants” e viene inaugurato il III “Salon d’Autumne”; Per definizione della critica, nasce il gruppo dei “fauves” (fiere), prima vera avanguardia del ‘900. Tra i suoi esponenti: Henri Matisse, André Derain, Maurice de Vlaminck, Raoul Dufy, Emil Othon Friesz, Georges Braque, Albert Marquet, Kees van Dongen, Aristide Maillol, Henri Charles Manguin, Charles Camoin e Jean Puy; Claude Monet dipinge Ninfee (Museum of Fine Arts di Boston); Paul Cézanne dipinge Natura morte con pesche e noci e Le grandi Bagnanti; Henri Matisse dipinge Ritratto di Madame Matisse, La linea verde e La Femme au chapeau; Pablo Picasso dipinge la grande tela La famille de saltimbanques (Famiglia di saltimbanchi) e Due Fratelli, entrambe le opere rappresentano il capolavoro assoluto del periodo rosa dell’artista; Gustav Klimt dipinge Le tre età della donna ed inizia i cartoni preparatori per i grandi mosaici della sala da pranzo di Palazzo Stoclet a Bruxelles.

Inoltre il cinematografo è una nuova forma di divertimento collettivo recepita dal pubblico con stupore. La stampa registra spesso le reazioni degli spettatori di fronte a questa nuova esperienza: al pubblico il cinema appare come un evento misterioso e seducente, quasi in grado di sconfiggere la morte. Tutto questo grazie anche al progressivo aumento del metraggio delle pellicole, il perfezionamento dei proiettori, la riduzione dei prezzi d’ingresso, il miglioramento delle attrezzature, la crescente necessità di rinnovare l’offerta dei film, creano le condizioni per la diffusione di sale cinematografiche stabili.

Al Concept l’arte del 1905 viene scomposta, scissa, riformare, ricostruita e riorganizzata non solo negli elementi visivi del locale ma

(CULTURA) e Storia

Con l’intento di creare una testata internazionale e trait d’union con la cultura francese ed europea, nasce a Milano per volontà di Filippo Tommaso Marinetti la rivista “Poesia”, incubatore culturale del Movimento Futurista; A cinque anni dalla morte dell’autore, viene pubblicato postumo il “De Profundis” di Oscar Wilde; Areonave Italia, primo dirigibile italiano, si alza in volo da Schio e dopo qualche giorno i fratelli Wright riescono a compiere il primo volo con l’ausilio dell’aeromobile Wright Flyer III; Indagando sulla psiche umana e partendo dalla sessualità infantile, Sigmund Freud pubblica Tre Saggi sula teoria della sessualità ed il ventiseienne Albert Einstein riformula ed estende le leggi della meccanica, teorizzando la Relatività risolvendo così le contraddizioni tra relatività galileiana ed elettromagnetismo ed aprendo le porte ad una nuova fisica e ad un nuovo modo di immaginare e vedere l’universo.

(MUSICA) e Spettacolo

Il mood lo si respira anche attraverso la musica, lo spettacolo teatrale e la cultura. La programmazione degli eventi sarà stilata su un unico filo conduttore, il mood 1905. Sonorità, citazioni, racconti ci faranno immergere sempre più in questa esperienza emozionale.

VAI AL CALENDARIO EVENTI >

(FOOD) Menu’

La cucina gourmet del Concept è coinvolta pienamente, pervasa del visual, della cultura e dei territori che del 1905 ne hanno fatto teatro. Il menu’ progettato dallo staff e guidato dal nostro chef è un’esposizione artistica e un connubio di sapori che creano proprio questo Mood. Lasciamo, quindi, ai nostri sensi il compito di immergersi in questa atmosfera.

Battuta di podolica/fassona, maionese di provola, ricci di mare e ravanelli all’aceto di lamponi. Calamaro, pezzente, piselli e il suo nero Spaghetto, Cruyere, Pepe di Sichuan, scampo crudo e Bluberry. Raviolo di coda di bue, crema di Cipollotto, emulsione al basilico e perlage di balsamico Polpo, gelatina di lime,patate novelle,marmellata di pomodorini e Uncitato Pancia di maiale, porro bruciato, caviale di melanzane e la sua salsa cioccolato, nduja, passion fruit e pistacchi.

CONSULTA IL MENU’ >

Si, nel Concept Lunatic Bistrot c’è questa atmosfera. Il 1905 viene scomposta, scissa, riformare, ricostruita e riorganizzata non solo negli elementi visivi del locale ma questo lo vedrai nei piatti, lo sentirai nell’aria, lo toccherai con gli occhi. Vieni al Concept e immergiti nel mood 1905.